Varietà di uva in Italia: il nord-ovest

Autore: Vincenzo 21/07/2015 0 Commenti Vino e Distillati,

Uve nordovest

Questo secondo capitolo sulle uve d'Italia prende in considerazione l'area nord-ovest del Paese, quindi Lombardia, Piemonte, Valle d'Aosta e Liguria dove si coltivano alcune delle varietà di uva più pregiate come il Barbera o il Nebbiolo.

 

Uve Nord-Ovest
TipoCaratteristiche
Barberaparticolarmente diffuso in Piemonte, porta grappoli piramidali, di grandezza media e cilindrici, con acini medi di colore blu. Questa qualità di uva da vita a un vino corposo, con buona acidità e ricco di colore
Cortesegrappolo grande, conico, acini medi e gialli sono le caratteristiche di questo tipo di uva. Utilizzandola si ricava un vino giallo, secco e abbastanza alcolico che può essere preparato nella versione amabile o spumante
Croatinadalle sue uve si ricava un vino da pasto abbastanza alcolico e amabile, esso solitamente viene mescolato alle uve di tipo Barbera.  Queste viti producono grappoli grandi conici con acini medi di colore turchino
Dolcetto

con grappolo piramidale dalla forma allungata, produce acini tondeggianti di media grandezza e dal colore che va dal blu al nero. Diffuso particolarmente tra le province di Alessandria e Asti, offre un vino rosso  rubino, abbastanza alcolico e dal sapore amarognolo nonché profumato

Freisail suo grappolo è medio e cilindrico, con acini tondeggianti di colore blu-nero. Produce un vino che da il meglio con il tempo che acquisisce gradualmente profumo e sapore
Grignolinograppolo medio-grande con acino medio di forma ellittica con colore che va dal rossiccio al violaceo. Il vino prodotto con il Grignolino è intenso, asciutto, delicato e di colore rosso rubino
Groppello gentilei grappoli di questa qualità sono solitamente conici, allungati e abbastanza compatti. Gli acini sono tondi, di media grandezza e di colore violetto/blu. Il vino che ne deriva è fine, mediamente alcolico e di color rubino chiaro
Moscato biancoi suoi grappoli sono medi, compatti e sono composti da acini medi di colore giallo. Coltivato solitamente in Piemonte e sui Colli Euganei, viene utilizzato per produrre l’Asti spumante e il Moscato d’Asti
Nebbioloi suoi grappoli sono grandi e piramidali, con acini medi e violacei con sapore dolce, astringente e semplice. Dal suo utilizzo si ottengono grandi vini da arrosto tra i quali il Barolo e il Barbaresco
Riesling italicocoltivato perlopiù nell’Oltrepò Pavese e in Veneto, dai grappoli piccoli con acini medi di colore giallo dorato, dà vita a un vino giallo paglierino profumato, fine e alcolico