I malti preparati per birra artigianale

Autore: RobertO 08/12/2019 0 Commenti

Sempre più locali e produttori specializzati sperimentano e commercializzano preparati per birra artigianale, cercando di soddisfare quanti più palati è possibile. Come tutti sanno, il segreto per una birra artigianale di ottimo livello e che si faccia riconoscere nel corso del tempo è il malto. A seconda dei malti utilizzati e della tipologia di produzione che si adotterà, il cliente amerà oppure detesterà la tanto amata birra artigianale. Oggi vedremo cosa sono i malti e quali sono i migliori, cercando di analizzare anche i costi ed i tempi.

Cosa sono i malti preparati per birra artigianale

Il malto è scientificamente la trasformazione di orzo, frumento, segale o avena; tra questi sicuramente il cereale più utilizzato e conosciuto è l'orzo. Inoltrandosi nello specifico della lavorazione, si evidenzia come sia un processo molto semplice; infatti i chicchi di cereali scelti, rimangono a bagno in acqua per una durata di circa 48 ore, continuando poi nei 5-6 giorni di germinazione che porterà alla fase cruciale della lavorazione: l'essiccazione. L'essiccazione infatti è ritenuta la fase cruciale, la quale necessita di particolari attenzioni; questa avverrà attraverso appositi forni o per produzioni di diversa natura chimica, attraverso la torrefazione.

Quando e perché utilizzarli

La lavorazione attraverso l'essiccazione genera chicchi con colori ed aromi differenti tra loro; nello specifico, con chicchi più chiari si otterranno sapori molto più freschi e vegetali, mentre chicchi più scuri genereranno aromi tostati. Necessario quindi stare molto attenti ai tempi di essiccazione a seconda delle proprie esigenze e del proprio gusto.

I malti preparati per la birra artigianale sono importanti non solo per donare al proprio prodotto aromi e gusto migliori, ma da questi si possono ricavare anche delle proprietà chimiche molto importanti. La maltazione dà la possibilità di produrre dei nutrienti, i quali migliorano l'attività fermentativa e di conseguenza prepara l'amido per convertire gli enzimi in zucchero solubile.

Ma qual è il periodo migliore per utilizzare i malti? La lavorazione di una birra artigianale ha diverse fasi e diverse componenti che tra loro devono essere combinate perfettamente per ricavarne un risultato soddisfacente; componente necessaria a questo processo è sicuramente la temperatura. Oltre al classico Kit per la preparazione di una birra artigianale e a tutte le componenti che vi sono all'interno per calcolare zuccheri e temperature, è indispensabile evitare temperature troppo alte e troppo basse. Infatti è generalmente consigliato preparare i malti in stagioni consone alla produzione del cereale stesso, che non sia essiccato eccessivamente e che venga preparato durante giornate non troppo umide.

Seguendo la guida del kit apposito, si potrà scegliere l'ambiente ideale e le temperature ideali per la preparazione; così da poter ricavare un prodotto che abbia l'aroma e la corposità desiderata a seconda dei propri bisogni.

Quali sono i migliori

Una birra artigianale di qualità necessita di un malto di qualità; questa modificando sapori, aromi e colore della birra, merita particolarmente attenzione. Importante quindi scegliere il malto artigianale migliore, ma la scelta è veramente molto ampia; vediamone qualcuno.

  • Malto di tipo semplice: poco raffinato ed adatto a birre chiare e molto leggere. Garantisce un sapore fresco;
  • Malto caramellato: attraverso questa tipologia di malta si otterrà una birra dal colore più scuro e con un gusto molto intenso;
  • Malto preparato: per tutti coloro che non amano perdere tempo e sono estremamente consigliati anche per chi si vuole avvicinarsi al mondo della Birra Artigianale fai da te.

Per la scelta di malti preparati per la birra artigianale non vi è una vera e propria regola per scegliere i migliori. Quasi sempre il proprio gusto personale può fare la differenza. Per chi non ama particolarmente ricercare e sperimentare, ecco alcune marche rinomate di sicuro affidamento per la propria birra artigianale: Mr Malt, Coopers, ecc...

Quanto costano

Come ogni prodotto in commercio, i malti possono avere un costo differente a seconda della qualità. Un malto proveniente da chicchi di cereali di altissima qualità possono avere un costo non indifferente, anche superiore alla preparazione effettuata personalmente. I costi di acquisto per malti in commercio possono comunque aggirarsi tra gli 8 ed i 20 euro, a seconda della provenienza e della marca.

I malti preparati possono essere nel nostro negozio online cliccando qui.

Lascia un Commento