Le proprietà benefiche del vino

Autore: Vincenzo 16/09/2014 0 Commenti Vino e Distillati,

Un antico adagio recita: il vino fa buon sangue. Nulla di più vero! con delle limitazioni però, dettate dalla natura stessa della bevanda degli dei. 

 
Infatti, trattandosi di un alcolico è buona prassi non esagerare con le dosi e limitarsi a 1-2 bicchieri al giorno e 1 per la donna, ovviamente accompagnando i pasti principali della giornata (escludiamo la colazione! :).

Ovviamente dovrebbero autoescludersi dal consumo di vino, e di alcool in generale, le donne in attesa, coloro i quali dovranno guidare un qualsiasi mezzo, coloro i quali assumono farmaci e i giovani al di sotto dei 16 anni.
Ciò premesso, passiamo ai benefici fisici che possono derivare dal consumo consapevole di vino.
Innanzitutto occorre dire che, essendo l’argomento benessere della persona molto interessante, è soggetto a continue evoluzioni derivanti dai risultati che scaturiscono dai numerosi studi in atto. Da ciò si evince che sull’argomento esiste una letteratura abbastanza vasta destinata certamente ad ampliarsi.

Il vino sembra allungare la vita di coloro i quali ne fanno regolare consumo. Da alcuni studi effettuati, è scaturito che la vita media dei bevitori moderati è leggermente maggiore rispetto a quella degli astemi o dei bevitori dediti all’eccesso.
Altre indagini hanno invece evidenziato la capacità del vino, soprattutto i rossi invecchiati, di proteggere il cuore ed i vasi sanguigni grazie all’azione dei polifenoli ed in particolare del resveratrolo, un antiossidante contenuto soprattutto nei vini rossi in grado di riattivare la circolazione, ma anche di saziare e sgonfiare. Tale sostanza migliora l’efficienza cellulare e l’attività dei mitocondri, inoltre alcune ricerche sembrano evidenziare un maggiore controllo del diabete. Nello specifico il vino agisce attraverso il suo effetto antiossidante e antinvecchiamento, la sua azione antitrombotica, aumentando la sensibilità dei tessuti all’azione dell’insulina, e migliorando la situazione dei trigliceridi, del colesterolo e della glicemia basale.

Altre positività generate dal consumo di vino riguardano le ossa, in particolare contro l’osteoporosi.

Come già accennato precedentemente, i benefici del vino non si fermano solo a questi. Infatti, essendo la materia in continua evoluzione, ci saranno sicuramente degli aggiornamenti.
Alcuni esempi riguardano studi in atto dove si teorizza che il vino possa agire contro le malattie reumatiche, le colicisti, ma anche sull’Alzeimer e alcuni tipi di cancro.

Pertanto, consumare vino fa bene, ma soprattutto occorre considerare che è naturale e, fattore non da trascurare, piacevole. Quindi, bevete! Ma con moderazione… :)