Esposizione Internazionale Macchine Agricole 2016

Autore: Vincenzo 22/11/2016 0 Commenti

Esposizione Internazionale Macchine Agricole 2016

 

Rassegna di macchine agricole

L'Esposizione Internazionale Macchine Agricole, nella sua edizione 2016, che si è svolta al quartiere dedicato alle Fiere di Bologna, si è conclusa il 13 novembre; la prestigiosa rassegna di macchine agricole ha svelato la grande evoluzione raggiunta dalle tecniche costruttive in questo comparto, sono state presentate non semplice macchine, ma bensì macchinari nati e arricchiti da tecnologie avanzate; una vera e tangibile innovazione e rivoluzione agricola per semplificare il lavoro dei campi e delle coltivazioni e garantire cosi un volume produttivo che possa assicurare cibo sufficiente nel mondo.

 

EIMA 2016

Una risposta di grande spessore  supportata da vere concretezze operative, ai pronostici del G8 all’Expo 2015; progetti e proposte nuove avvalorate dal successo avuto Bari, in merito alle agricolture di tutti i Paesi dell'area mediterranea; l’EIMA quest'anno si è presentata alla grande in un ambiente fieristico ultramoderno; con strutture interne ed esterne all'avanguardia e uno spazio espositivo molto ampio, con reparti specializzati.

 

Una kermesse ricca e articolata

Alla Fiera sono stati attivati non solo non solo gli spazi espositivi ma anche le aree dimostrative e i mezzi esposti erano molto più numerosi degli anni passati; una grande kermesse che ha catalizzato l'attenzione di un gran numero di visitatori; il programma completamente rinnovato e arricchito ha offerto oltre cento manifestazioni con innumerevoli, e installazioni di carattere scientifico  tecnico e sociopolitiche; oltre che un approfondito punto focale sull'argomento economico.

 

 

Grande affluenza

L'affluenza è stata di grande rilievo con un centinaio di migliaio di  visitatori; che sono arrivati grazie ad altrettante prenotazioni; una vera fiumana di persone provenienti da ben 140 Paesi dei cinque continenti, senza contare le migliaia di agricoltori e operatori commerciali italiani. Alla Fiera hanno partecipato oltre 16 mila campioni di macchine e attrezzature proposte da 1.800 industrie costruttrici  delle quali quasi  500 erano straniere; posizionate in 14 settori commerciali all'interno dei quattro saloni per macchine e attività inerenti all’agricoltura; le macchine più ambite si sono rivelate quelle delle piccole e medie industrie del Mezzogiorno italiano.

 

Notevole successo dei macchinari italiani

Un grande successo quindi che sigla la qualità tutta italiana del comparto agricolo meccanico; alla kermesse erano presenti le macchine più tecnologicamente avanzate come: mietitrebbiatrici, macchine e impianti  irrigui provenienti da Matera; motozappe presentate da aziende del Salento; le macchine di vario tipo costruite  nelle province di Bari e di Foggia, soprattutto per realizzare la  vendemmia e la raccolta delle olive, macchine per le semine, e per le raccolte di ortofrutticoli. Oltre alla raccolta di cereali e al loro  trasporto.

 

I grandi numeri in chiusura

Le macchine per la raccolta delle olive e delle uve  sono state già contrattate da commercianti e agricoltori algerini e tunisini, oltre ad altre contrattazioni portate a buon fine con imprenditori agricoli e commercianti  spagnoli, francesi, inglesi e greci per macchinari di vario tipo. A conti fatti la fiera internazionale delle macchine agricole oltre che un' evidente crescita, ha registrato un maggior interesse e entusiasmo di pubblico, comprovati dai rilevati in chiusura; non c'è dubbio che  Eima 2016 si è chiusa con cifre da record, un interesse mediatico degno delle più grandi fiere mondiali  nel comparto dell’agricoltura.

Lascia un Commento